LEGNO

Sin dalle sue origini il Museo si è impegnato nel restauro di oggetti in legno, occupandosi della conservazione di preziosi oggetti di arte ebraica, di Sinagoghe e delle molte arche sante (Aronot Hakoshesh) portate in Israele dal fondatore del Museo, il dott. Umberto Nahon.

Il centro per il restauro presso il Museo è stato di fatto responsabile della realizzazione di alcuni progetti di spicco nel panorama del restauro del legno, quale fu il restauro degli Aronot Hakodesh e di altri oggetti sacri provenienti dall’Italia e dati in prestito permanente alle varie sinagoghe sparse su tutto il territorio israeliano. Tra le arche sante restaurate ricordiamo quella presso la sinagoga della Knesset, la sinagoga del Municipio e del Centro commerciale di Gerusalemme e quella del Museo in Memoria dei Corpi Armati di Latrun.

Il centro per il restauro del legno fu inizialmente in stretta collaborazione con l’Istituto per le Arti e il Restauro di Palazzo Spinelli a Firenze. In origine il lavoro venne coordinato da Giuliano Orvieto, il quale, dal 1988 sino al 2004, dedicò tutto se stesso al restauro di oggetti in legno, a cominciare dalle le panche oggi in uso nella Sinagoga di Conegliano Veneto.

L’attività di restauro realizzata nel campo degli oggetti in legno ha costituito uno sforzo pionieristico nell’ambito del restauro professionale e ha contribuito a creare in Israele una piena consapevolezza di quelli che sono i principi del restauro eticamente corretto.